“A volte la forza della maternità è maggiore delle leggi naturali.” Barbara Kingsolver

Immagino che molti di voi siano d’accordo con me, per le proprie questioni personali, quando dico che mia madre è una super mamma. Non è professato in nessuna legge naturale che nel momento in cui nasce un bambino, una madre smette di respirare per se stessa e inizia a respirare e vivere per due. Adesso attraverso una lettera vi racconterò la storia di me e mia madre sin dai nostri primi respiri insieme. Vi starete chiedendo: “Non la conosco nemmeno, perché mi sta raccontando la sua storia?” Beh, a volte devi solo lasciarla uscire, per te da dire e per gli altri da leggere. 

 

Cara Mamma,

E’ difficile per me scriverti una lettera, anche se in realtà trovo rinfrescante farlo poiché nessuno lo fa più. Proprio come Robert Browning definisce la maternità come “tutto l’amore inizia e finisce lì” (Robert Browning), questa lettera, come ogni altra lettera, inizia e finisci qui, questo è il bello.  Prima di dire qualsiasi altra cosa, vorrei iniziare ammettendo che “agli occhi di un bambino, una madre è una dea. Può essere gloriosa o terribile, benevola o piena di ira, ma comanda l’amore in entrambi i modi. Sono convinto che questo sia il più grande potere nell’universo.” (N.K. Jemisin) 

Innanzitutto voglio dire che mi dispiace. Ora so di non essere stata una figlia esemplare in passato. Ero iperattiva, indisciplinata e a tratti fastidiosa. “E’ una cosa divertente su madri e padri. Anche quando il loro bambino è la piccola bolla più disgustosa che tu possa mai immaginare, pensano ancora che sia meraviglioso.” (Roald Dahl) Beh, indovina un po’ mamma? Non ero l’unica bambina dispettosa, in ogni caso ascolta ciò che Mark Twain ha da dire: “Mia madre ha avuto molti problemi con me, ma penso che le sia piaciuto.” (Mark Twain) Spero che ti sia piaciuto mamma, anche se litigavamo cosi tanto e solo ora capisco che una “madre forte non dice al suo cucciolo, figlio, rimani debole in modo che i lupi possano prenderti. Dice: Fatti forza, questa è la realtà in cui viviamo.” (Lauryn Hill). Avevi proprio ragione mamma, questa E’ la realtà in cui viviamo, e a volte la vita è cosi dura. Ma quando entrambi vivevamo il momento peggiore della nostra vita, tu ti sei alzata e io mi sono persa. Fu allora che fui completamente d’accordo con le parole di Jodi Picoult che dicono “mia madre: è bellissima, ammorbidita ai bordi e temperata con una spina dorsale d’acciaio. Voglio invecchiare ed essere come lei.” (Jodi Picoult) Già sei la parte più forte di me. Mi dispiace per mio fratello se ciò che dice Oscar Wilde è vero, e cioè che “tutte le donne diventano come le loro madri. Questa è la loro tragedia. Gli uomini no. E questa è la sua di tragedia.” (Oscar Wilde) 

Ora devo ringraziarti, perché anche quando ero persa e quindi introvabile neanche una volta mi hai guardato diversamente, mi sei rimasta accanto e hai aspettato in silenzio che trovassi un modo pacifico per conto mio. Sapevi che ce l’avrei fatta, hai creduto in me. Lo fai ancora. E’ cosi importante avere qualcuno che crede in me come ci credi tu, “dietro ogni bambino che crede in se stesso è un genitore che ha creduto per primo.” (Matthew L Jacobs) “C’è un motivo per cui alcune persone pensano di poter ottenere qualsiasi cosa. Hanno ascoltato la loro madre.” (Autore sconosciuto). Ti ascolto mamma, sono tutta orecchie. 

Anche se “la maternità è la cosa più grande e la cosa più difficile” (Richie Lane) perché “madri e bambini sono essere umani, e a volte fanno la cosa sbagliata” (Maurice Sendak) spero anch’io di avere una famiglia un giorno, una figlia cui non avrò bisogno di dirle che “quando guardi tua madre, stai guardando l’amore più puro che tu abbia mai conosciuto” (charley Benetto), perché mi auguro di darle modo di crederlo lei stessa, di poter pensare che “se l’amore è dolce come un fiore, allora mia madre è quel dolce fiore dell’amore.” (Stevie Wonder). Se è cosi, grazie mamma, perché “tutto ciò che sono, mi hai aiutato ad essere.” (Autore sconosciuto) E non importa dove ci porterà la vita, “non importa quanti anni [io] possa avere, a volte una ragazza ha solo bisogno della propria madre,” perché, ricordati delle mie parole, o perlomeno quelle di Lady Diana, “le braccia di una madre sono più confortanti di quelle di chiunque altro.” (Lady Diana).

Ora voglio solo alzarmi e abbracciarti.

Con tanto amore, 

Tua figlia.

Author

Write A Comment